sabato 27 novembre 2010

I taralli di Nonna Angela


Buongiorno a tutte/i voi e buon sabato
oggi vi presento una ricetta che faceva mia suocera nel periodo natalizio, ho scritto "faceva" perche' , per questioni inderogabili, ora non puo' piu' fare e i miei figli si rivolgono a me con la frase:- "papa' ci fai i taralli della nonna?".
La risposta quale puo' essere se non il "SI".
Se farete questa ricetta ricordatevi che dureranno poco, anzi pochissimo, a casa mia li mangiano ancora caldi e sono costretto a chiudermi in cucina e non fare entrare nessuno con urla stravaganti del tipo "via di qui!" o "non ve li faccio piu'!".
La ricetta e' in ricordo di una persona straordinaria.
A Nonna Angela

Ingredienti

500 grammi di patate bollite e schiacciate
500 grammi di farina 00
3 uova sbattute
1 bustina di lievito chimico
40 grammi di strutto
2 cucchiai di zucchero
1 pizzico di sale
Scorza grattuggiata di 1 limone
Latte se necessario

Per guarnire
50 grammi di zucchero
25 grammi di cannella

Per friggere
Olio di arachidi

Fate una fontana con la farina, mettete le patate e fate un foro al centro, mettete al centro le uova, lo zucchero, lo strutto, il lievito, il sale, la scorza grattuggiata, impastate velocemente fino ad ottenere un impasto simile a quello per gli gnocchi, se fosse troppo duro regolatevi con qualche goccio di latte.
A questo punto faccio una premessa, nell'impasto si sono usati 2 cucchiai di zucchero e quindi lo stesso non risultera' troppo dolce, se ritenete potete aumentare la dose fino a 3 cucchiai.
Prendete l'impasto e formate dei cilindri come per gli gnocchi, tagliateli a pezzi e formate degli anelli sciacciando le due estremita'.
Friggete i taralli in olio di arachide o di semi bollente, pochi per volta fino a doratura, toglieteli e fateli asciugare su carta da cucina.
Passateli in un mix composto da zuccero e cannella.

Buon appetito e buona domenica

8 commenti:

Ylenia ha detto...

La ricetta è già speciale, il ricordo molto bello e molto nobile, grazie per averli condivisi con noi. Proverò sicuramente a fare questi taralli perchè ho un debole per queste cose, non per caso ho le ciambelline ad apertura del mio blog :p
Buon fine settimana e complimenti!!

Letiziando ha detto...

Allora tante graze a te e nonna Angela per aver pensato ed eseguito questa splendida ricetta.

Buona gironata

arabafelice ha detto...

Splendidi, come tutto quello che ci viene dalle persone dei nostri ricordi :-)

speedy70 ha detto...

Ma che meraviglia!!!!! Annoto la ricetta e ringrazia la nonna!

TATY ha detto...

Ohhhh...
Meravigliosa ricetta!!!!
Come sempre, le ricette delle nonne sono le migliori!
Buon fine settimana!

Aurore ha detto...

ciao, ti volevo invitare al mio nuovo contest...http//biscottirosaetralala.blogspot.com

Cris ha detto...

Estas rosquitas son espectaculares!
Entiendo la razón por la cual tenés que encerrarte para poder prepararlas y que no te "asalten" tus hijos.
Te mando un beso y gracias por la receta

Claudia ha detto...

Bravissimo, hai fatto molto bene a proporci questa bellissima ricetta piena di ricordi.
Ti sono venuti perfetti e spero un giorno di poterli replicare sperando che vengano perfetti come quelli tuoi.

Complimenti e grazie per aver pubblicato la ricetta