martedì 16 novembre 2010

Radicchio tardivo con pancetta alla griglia


Buongiorno a tutte/i voi, oggi vedremo una semplice ricetta con il radicchio.
Consultando altri blog di cucina, mi sono reso conto che il radicchio non e' molto gradito, o per meglio dire, non si conosce il giusto abbinamento al piatto che vorremmo fare.
Per spiegarmi meglio faccio un esempio, il blogger x scrive di non avere mai assaggiato il risotto al radicchio, che lo ha provato ed e' rimasto molto soddisfatto del gusto delicato (presumo l'abbia assaggiato in un ristorante).
Il blogger x decide di prepararlo in casa e mette la ricetta sul suo blog scrivendo che il risultato finale e' stato soddisfacente e nell'elenco degli ingredienti mette la voce "radicchio" genericamente.
Ora immaginate che io sia il lettore di quel blog, vedo questa ricetta e decido di prepararla, mi reco dal fruttivendolo e chiedo del radicchio.
Si ma quale radicchio, il radicchio di Verona, di Chioggia, il variegato di Castelfranco Veneto, il Tardivo, lo Spadone, il radicchio da cotto o il "radicchietto"?
Non tutti i radicchi si prestano per preparare la stessa ricetta, ogni varieta' ha la sua ricetta ad hoc.
Il radicchio di oggi e' il Tardivo, una varieta' molto buona e dal prezzo non sempre conveniente, anzi direi un po' caro.
Questo tipo di radicchio viene usato per i risotti, che vi riusciranno magnificamente dato che non e' amaro, e per la ricetta che vi presento oggi e che si puo' considerare un antipasto o un contorno.
L'abbinamento radicchio-pancetta e' incredibile e vi dara' una grande soddisfazione in occasione di un grande pranzo o cena con ospiti.

Ingredienti per 4 persone

4 radicchi varieta' "tardivo" grandi o 6-8 piccoli
16 fette di pancetta fresca che sia magra tagliata un po' spessa
olio evo dal gusto fresco e fragrante, un toscano o ligure
aceto balsamico
sale e pepe macinati freschi

Prendete i radicchi e divideteli in 4 parti ciascuno, cioe' dividete il torsolo in 4 parti lasciando, per ognuna di esse attaccate, le foglie del radicchio, la foto dovrebbe rendere bene il procedimento.
Se il vostro radicchio non e' grande, dividetelo in 2-3 parti come spiegato sopra.
Lavate il radicchio e lasciatelo asciugare, avvolgete ogni radicchio con le fette di pancetta lasciando scoperte le punte ed il torsolo, in sostanza dovete usare la pancetta solo sulla parte centrale del radicchio.
Prendete la vostra piastra e scaldatela per bene, mettete il radicchio con la pancetta e giratelo spesso in modo da rosolare la superfice della pancetta stessa.
Noterete che la pancetta risultera' rosolata mentre il radicchio rimarra' "crudo".
Disponete il radicchio in un piatto da portata, irroratelo con un buon olio evo e l'aceto balsamico (a me piacciono entrambi abbondanti), macinate sale e pepe freschi.

Buon appetito

5 commenti:

meggY ha detto...

Ciao Flavio!Davvero interessante il tuo post di oggi, è vero, molte volte si danno per scontato delle specifiche che per il risultato ottimale di una ricetta tanto scontate poi non sono.
Anch'io uso sempre il tardivo quando faccio il risotto.
Questa tua "camicetta" di pancetta è davvero golosa..
Ciao e buona giornata ^^

Renata Boechat ha detto...

Buon giorno!

Una ricetta per le verdure è sempre importante nella nostra cucina, questi radicchio sono molto gustosi, davvero!

Ciao,
Renata

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

S q u s i t o ...Bene Flavio ti tovo nell'altro blog...Suerte.

RobJ ha detto...

Ciao complimenti per il tuo blog mi piacerebbe aggiungerti nella mia lista di blog che seguo se ti fa piacere fare uno scambio link fammi sapere.
I miei blog sono
http://alimentazionemedievale.blogspot.com/
http://iltrovaricette.blogspot.com/
Buona serata

Annie ha detto...

Una manera deliciosa de preparar el radicchio.
Saludos